La vetrata artistica è un gioco di luci. È un’arte relativamente giovane rispetto ad altre tecniche di decorazione del vetro ed ha vissuto il suo apogeo tra il 1100 e il 1300, con le grandi cattedrali romaniche e gotiche.
Si può assistere ad una rinascita di vetrate, riscoperte da artisti, architetti e artigiani. Le avanguardie artistiche del XX secolo esplorano il potere espressivo, sperimentando nuove tecniche e creando vetrate colorate.
L’artigiano del “manufatto in vetro” interpreta il gusto sensibile del cliente, l’architettura e le diverse tecniche dell’arte del vetro.
Per le vetrate artistiche realizzati in questo laboratorio, vengono utilizzati solo i migliori materiali, vetro soffiato a mano e opale per vetrate, spesso arricchito da grisaille.
Le vetrate in vetrofusione hanno un gusto contemporaneo e fresco. E’ una tecnica appropriata anche per l’ambiente classico con il decoro giusto.
Le incisioni, note anche come sabbiatura, sono sempre una scelta elegante ed hanno un effetto visivo, per coloro che non amano il colore.

Legatura a piombo

La legatura a piombo è una tecnica utilizzata da secoli per le grandi superfici vetrate di chiese e cattedrali e per la composizione di grandi vetrate artistiche. Le tessere di vetro vengono contornate da trafilati di piombo e composte in modo da formare i disegni voluti sulla vetrata.
Presente anche negli edifici più eleganti, la tecnica della legatura a piombo conserva ancora oggi un sapore antico che sembra non voglia mai tramontare. Con l’Art Nouveau e il Liberty, la vetrata ha il suo grande rilancio, sviluppando forme e cromatismi nuovi.
Louis Comfort Tiffany rinnova profondamente la vetrata sia dal punto di vista iconografico che tecnico, introducendo l’uso di vetri opachi, fatti produrre da lui stesso, e sostituendo il profilato in piombo con un nastrino di rame.
Dopo una parziale decadenza delle vetrate artistiche nel secondo dopoguerra (in cui ci si occupa soprattutto di restauri), ha fatto seguito una rinascita, con innovazioni che riguardano sia il piano formale che quello tecnico, ricordiamo solo Chagall, le Corbusier e Anzolo Fuga.
Dopo decenni di arredamento spoglio e minimalista l’uso della vetrata artistica come decoro della propria abitazione è in rapida espansione.
Le singole tessere di vetro tagliate nella forma necessaria alla composizione possono contenere varie lavorazioni, come sabbiatura e pittura gran fuoco. Colorazioni particolari sono studiate per rendere oltre alla trasparenza naturale del vetro anche effetti di dissolvenza e chiaroscuri.

L’interpretazione più moderna delle vetrate a piombo vuole la tecnica mista come interpretazione contemporanea di un’arte antica. Spesso nelle vetrate rilegate a piombo si inseriscono vetrofusionidecori incisi a sabbia, particolari dipinti a fuoco e smalti.

Guarda la gallery

Vetrofusione

Le vetrate artistiche in vetrofusione sono intese come espressione di un percorso artistico-culturale che spazia dalla pittura, al mosaico, all’arte contemporanea, attraverso uno stile unico ed alla capacità di esaltare la brillantezza la materialità del vetro, così che le vetrate artistiche possano essere protagoniste di ambienti unici eleganti e raffinati.

Con la tecnica della vetrofusione si costruisce un nuovo vetro, usando ossidi e smalti si ottengono interessanti effetti policromi; fondi diversi lavorati a mano, possono ulteriormente impreziosire le vetrate e gli oggetti creati con questa tecnica.
La vetrofusione è una tecnica relativamente recente per realizzare pannelli di vetro decorati, si ha la possibilità, con il termoformato, di creare pannelli ed oggetti tridimensionali con rilievi o bassorilievi, in modo che la rifrazione della luce dia risalto ai manufatti di vetro con passaggi di luce suggestivi.

La vetrofusione è un eccellente interprete dell’arte contemporanea, una vetrata artistica in vetrofusione diventa spesso un quadro luminoso, protagonista capace i valorizzare qualsiasi ambiente.

Guarda la gallery

Tiffany

Variante della tecnica tradizionale, la legatura a piombo, questa lavorazione fu applicata da L.C. Tiffany alla fine del 1800 per creare paralumioggetti decorativi e le notissime vetrate.
I singoli pezzi di vetro vengono bordati in rame e fermati da saldature a stagno permettendo di lavorare superfici curve.

Tiffany attraverso la sperimentazione costante di nuove tecniche raggiunse il suo culmine nell’invenzione di un nuovo tipo di vetro chiamato “Favrile”, che veniva prodotto nelle sue fornaci.
Si trattava di un vetro iridescente, che presentava un’infinita gamma di sfumature grazie alle quali si potevano ottenere degli effetti realistici mai sperimentati prima se non attraverso la pittura.

Ai giorni nostri questa tecnica viene ritenuta più adatta a realizzare vetrate artistiche di piccole dimensioni o lampade.
E’ bene, inoltre, tener presente che le vetrate e gli oggetti, che siano rilegati a piombo oppure tiffany hanno una maggior resistenza rispetto ad un manufatto monolitico in vetro vista la loro elasticità, ed è maggiore quando la vetrata artistica o la lampada è realizzata con numerosi pezzi di vetro.

Guarda la gallery

Sabbiatura

La sabbiatura è un procedimento meccanico che imita quello che la natura produce sui piccoli pezzi di vetro levigato che si possono trovare sulla spiaggia. Tramite un getto di sabbia ad alta pressione si incide la superficie del vetro rendendola opaca.
Con il sapiente uso di mascherine e regolando la profondità dell’abrasione, si creano cosi sofisticati effetti di bassorilievo.

Il vetro sabbiato, essendo un “non colore”, dato che gioca sul bianco e la trasparenza, è un elemento d’arredo che non stanca mai nel tempo.
I decori che si possono realizzare con la sabbiatura vanno da quelli più classici, come vittoriani e liberty, ai decori geometrici o contemporanei, fino ad arrivare ai paesaggi ed i figurativi, veri virtuosismi dell’arte vetraria in cui si incide il vetro su vari piani per ottenere fantastici bassorilievi ricchi di particolari.

Oggi la sabbiatura oltre che su vetri trasparenti può essere fatta su vetri satinativetri placcati o vetri di sicurezza (vetri anti-infortunio e temperati) così da rispondere alle più disparate esigenze. Le vetrate sabbiate sono sempre molto richieste per le porte e le finestre.

Guarda la gallery

Vetro temperato

Il vetro artistico stratificato o di sicurezza è composto dalla vetrata artistica unita da un plastico ad un altro vetro di supporto.
Il vetro temperato si ottiene per indurimento tramite trattamento termico (tempra).

Molti tipi di vetrate artistiche in vetrofusione si possono anche temperare (vetrofusioni piane).
Le vetrate artistiche diventano cosi sei volte più resistenti di un vetro comune ed in caso di rottura non rilasciano frammenti di vetro pericolosi.
Le vetrate sabbiate possono essere sia stratificate che temperate.

Guarda la gallery
BACK TO TOP